venerdì 15 ottobre 2021
My AltamuraWeb
Inserisci la tua vetrina
Info e contatti
 
     
 
Home Page Città e Info Turismo Multimedia Community Forum Shopping Vetrine My   Sei già registrato? Accedi
 
   
 
Città e info
Home Page Città e info
Informazione ad Altamura
Appuntamenti ed eventi
Associazioni e gruppi
La storia
Comune di Altamura
Numeri utili
Farmacie
Cinema e teatro
Meteo
 
Informazione ad Altamura
Nuovi studi affermano: contro l’insonnia “Web-therapy”
Nuovi studi affermano: contro l’insonnia “Web-therapy”
venerdì 12 giugno 2009
Condividi su Facebook
Una ricerca canadese pubblicata sulla rivista Sleep ha illustrato gli esiti positivi di una web-therapy mirata a curare l'insonnia: l'81% di chi l'ha sperimentata ha risolto il problema in meno di cinque settimane, contro il 50% di chi ha continuato a seguire la tradizionale trafila, tra farmaci e sedute dallo psicologo.

I detrattori certo non mancano. Anche perché questo nuovo sistema, baso sulla fruizione di video, audio e testi, non permette al paziente di confrontarsi con un esperto e capire quali siano le cause soggettive che scatenano l'insonnia. "Si tratta di un giocattolo simpatico, magari inizialmente anche utile - spiega il professor S. K. Mostafavi, fondatore del centro Usa Advanced Sleep Medicine Services - ma manca il contatto diretto con un terapista".

Secondo gli scienziati che hanno testato la web-therapy, internet agisce sulla psiche suscitando emozioni e sensazioni che rilassano il paziente. Sarebbe questo uno dei segreti che fanno riacquistare il piacere di una dormita.

Se la cura riuscisse davvero a risolvere il problema, sarebbe una rivoluzione: un brutto colpo per le case farmaceutiche, un'ottima notizia per i 20 milioni di europei che soffrono ogni anno di disturbi cronici del sonno e per gli altri 10 milioni che hanno problemi occasionali. Per non parlare degli americani: solo nel 2008 negli Stati Uniti sono stati staccati dal blocchetto del medico oltre 50 milioni di prescrizioni per pillole soporifere e spesi circa 600 milioni di dollari solo in melatonina e valeriana.

L’insonnia è un fenomeno diffuso e complicato, che muove ogni giorno un circuito economico senza crisi. Internet potrebbe ora capovolgere il sistema con un click: "Si possono fare tantissime cose con un programma web, esistono software capaci di riprodurre la sensazione di stare in macchina e guidare - spiega la psicologa autrice dello studio, Norah Vincent, dell'università di Manitoba - queste terapie fanno sentire autonome le persone, capaci di risolvere i problemi da sé. Credo che questo le renda più motivate".

La "cura web" si basa su una tecnica cognitivo-comportamentale e combina video, testi e audio spiegando al paziente tutto ciò che è necessario sapere sull'igiene del sonno, su come rilassarsi e non peggiorare la situazione quando si intuisce che si passerà la notte in bianco. La Vincent nel suo studio ha chiesto ai 40 partecipanti di tenere dei diari online e seguire gli esercizi di mostrati sullo schermo. I pazienti potevano anche scaricare file audio in cui terapisti specializzati interagivano con un attore, spiegandogli come risolvere il problema. Audio che potevano essere ascoltati anche con un iPod, direttamente al letto. (fonte: www.repubblica.it)



Fonte: periodico free
 
 
Eventi e bandi
Visualizza tutti gli eventi Segnalaci un evento
 
 
Stampa articolo
 
Registrati e invia SMS Gratis!!!
 
     
     
 
Copyright © 2021 - AltamuraWeb il portale di Altamura - Tutti i diritti riservati
Totale visite: 12.273.419 - Visitatori collegati: 631