venerdì 15 ottobre 2021
My AltamuraWeb
Inserisci la tua vetrina
Info e contatti
 
     
 
Home Page Città e Info Turismo Multimedia Community Forum Shopping Vetrine My   Sei già registrato? Accedi
 
   
 
Città e info
Home Page Città e info
Informazione ad Altamura
Appuntamenti ed eventi
Associazioni e gruppi
La storia
Comune di Altamura
Numeri utili
Farmacie
Cinema e teatro
Meteo
 
Informazione ad Altamura
Maxi Arresto in Puglia per frode alla UE e spietramenti abusivi
Maxi Arresto in Puglia per frode alla UE e spietramenti abusivi
venerdì 13 gennaio 2006
Condividi su Facebook
Sono circa 86 gli indagati per frode alla Comunità Europea e spietramento del territorio mugiano. Sono scattati oggi, in numerose località murgiane, una serie di ordinanze di custodia cautelare nei confronti di 14 persone e 16 ordinanze di arresti domiciliari.

Gli arresti sono scattati dopo le numerose indagini della Procura di Trani che ha riscontrato sul nostro territorio una serie di frodi all'Unione Europea, contributi indebitamente percepiti dai PAC (Politica agricola comunitaria) e spietramenti abusivi nell'area del Parco dell'Alta Murgia.
L’indagine fu avviata nel 2003 con il sequestro, operato da agenti del Corpo Forestale dello Stato, di un terreno all’ interno della Zona di protezione speciale dell’Alta Murgia, trasformato abusivamente da pascolo ad agricolo. Da quel primo nucleo di indagine, i forestali hanno esteso i controlli all’intera superficie del parco, censendo e perimetrando tutte le trasformazioni abusive rilevate. In un secondo tempo i dati sono stati sovrapposti ad aerofotogrammetrie, realizzate tra il 1989 e il 2004, ottenendo così la cartina degli illeciti. E’ stato quindi scoperto che le alterazioni del territorio, la trasformazione dei fondi da pascolo a seminativo erano finalizzati alla richiesta di contributi della Comunità Europea per un ammontare complessivo di 10 milioni di euro.
Oggi - sempre secondo i Forestali - il paesaggio altomurgiano si presenta banalizzato e compromesso: distrutto in buona parte quello carsico superficiale, caratterizzato da lame e doline, e alterato quello sotterraneo, per la diminuzione della quantità di acque che riescono ad infiltrarsi nel terreno superficiale, ora argilloso. Dal punto di vista vegetazionale, nei territori trasformati in coltivi, o desertificati, si è avuta una perdita totale di biodiversità, di struttura e composizione chimico-fisica dei suoli.
L’operazione odierna - ha spiegato il magistrato - è stata chiamata «Apocalisse» perchè è ritenuta «una delle più vaste operazioni condotte in Italia per la repressione di reati economici ambientali».

Nella giornata di ieri era stato eseguita l'ordinanza di arresto per Francesco Casillo reo di aver comprato dal Canada e venduto 58.000 tonnellate di grano inquinato da ocratossina, una sostanza fortemente nociva e cancerogena.

Oggi è toccata invece a Beniamino, Pasquale e Cardenia Casillo di 37, 36 e 32 anni, accusati anche di associazione a delinquere finalizzata alla commissione di truffe.
Michele, Gaetano, Vincenzo e Michele Cucumazzo, di Ruvo di Puglia, rispettivamente di 44, 34, 32 e 38 anni.
Domenico Fortunato, di Spinazzola, 71 anni
Giuseppe Magno, di Andria, 39 anni
Vincenzo Mastropasqua, di Minervino Murge, 39 anni
Nicola Ventura, di Altamura, 74 anni
Antonio Mercadante, di Altamura, 47 anni
Salvatore Di Bisceglie, di Andria, 45 anni.

Agli arresti domiciliari sono finiti invece:

Maria Cifarelli, di Altamura, 51 anni
Antonio Fortunato, di Spinazzola, 36 anni
Rosa Giannone, di Palazzo San Gervasio (Pz), 68 anni
Paolo Lorusso, di Gravina, 51 anni
Giuseppe Oro, di Napoli ma residente a Trani, 65 anni
Carlo Panettieri, di Altamura, 36 anni
Michele Panettieri, di Altamura, 63 anni
Antonio Patruno, di Corato, 74 anni
Giovanni Raguso, di Gravina, 46 anni
Candido Solitario, di Minervino, di 50 anni
Cataldo Tedone, di Corato, 57 anni
Vincenzo Tedone, di Corato, 62 anni
Michele, Francesco, Luigi e Laura Loreta Ventura, tutti di Altamura, rispettivamente di 68, 24, 55 e 57 anni.
L'accusa per loro è di aver trasformato in seminativo terreni destinati al pascolo dai quali percepivano già i finanziamenti che la Comunità Europea finalizza a chi tiene a riposo i terreni per renderli più fertili.
Fonte: Gazzetta della Murgia.it
 
 
Eventi e bandi
Visualizza tutti gli eventi Segnalaci un evento
 
 
Stampa articolo
 
Registrati e invia SMS Gratis!!!
 
     
     
 
Copyright © 2021 - AltamuraWeb il portale di Altamura - Tutti i diritti riservati
Totale visite: 12.273.465 - Visitatori collegati: 678