mercoledì 22 settembre 2021
My AltamuraWeb
Inserisci la tua vetrina
Info e contatti
 
     
 
Home Page Città e Info Turismo Multimedia Community Forum Shopping Vetrine My   Sei già registrato? Accedi
 
   
 
Città e info
Home Page Città e info
Informazione ad Altamura
Appuntamenti ed eventi
Associazioni e gruppi
La storia
Comune di Altamura
Numeri utili
Farmacie
Cinema e teatro
Meteo
 
Informazione ad Altamura
PENSIONATA PICCHIATA DA FIGLIA E GENERO, STORIA ANDAVA AVANTI DA 4 ANNI
PENSIONATA PICCHIATA DA FIGLIA E GENERO, STORIA ANDAVA AVANTI DA 4 ANNI
mercoledì 28 novembre 2012
Condividi su Facebook
Emergono altri dettagli sulla brutta vicenda di maltrattamenti scoperta ad Altamura dai Carabinieri di cui Notizie On Line ha dato ampia anticipazione. La storia andava avanti da quattro anni. Una donna ed un uomo sono finiti in carcere per violenze ad una pensionata di 66 anni, madre della donna arrestata.

La coppia di Altamura, 33anni lei, 43anni lui, sono stati arrestati dai Carabinieri della locale Stazione, in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP del Tribunale di Bari, su richiesta della locale Procura della Repubblica, per maltrattamenti in famiglia in concorso.

Tutto ha avuto inizio lo scorso settembre dopo una segnalazione anonima pervenuta ai Carabinieri, verosimilmente da parte di alcuni vicini, che avevano notato come l'anziana donna venisse continuamente maltrattata dai congiunti con cui viveva.
I militari, subito recatisi presso l'abitazione della vittima, constatarono la presenza dell'anziana donna sul balcone dello stabile, chiusa all'esterno e impossibilitata a farli entrare. Dopo l'arrivo dei congiunti, veniva condotta presso il locale pronto soccorso, dove le venivano riscontrate vistose ecchimosi in varie parti del corpo, ferite al capo, fratture costali ricalcificate, riportando una prognosi di 20 giorni.

Gli approfondimenti svolti dai militari hanno permesso di ricostruire un quadro raccapricciante lungo circa quattro anni, fatto di quotidiane violenze, punizioni, abusi e continui atti di umiliazione e disprezzo nei confronti della vittima.

Dopo il suo allontanamento dall'abitazione della figlia, la donna ha trovato la forza di raccontare le quotidiane angherie a cui era sottoposta da parte dei congiunti, animati probabilmente soltanto dall'interesse ad incassare la sua pensione sociale. Essa, infatti, spesso veniva rinchiusa fuori dal balcone di casa per diverse ore, restando esposta alle intemperie, quando la figlia e il genero si allontanavano dall'abitazione; veniva spesso tenuta al digiuno per una giornata intera a scopo punitivo; le veniva impedito di sedersi con loro a tavola, venendo costretta a mangiare in piedi, fermo restando le continue umiliazioni, minacce e percosse subite anche con scope e bastoni.

Su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, moglie e marito sono stati associati presso la casa circondariale del capoluogo.
Fonte: notizie on line
 
 
Eventi e bandi
Visualizza tutti gli eventi Segnalaci un evento
 
 
Stampa articolo
 
Registrati e invia SMS Gratis!!!
 
     
     
 
Copyright © 2021 - AltamuraWeb il portale di Altamura - Tutti i diritti riservati
Totale visite: 12.228.975 - Visitatori collegati: 3057