martedì 21 settembre 2021
My AltamuraWeb
Inserisci la tua vetrina
Info e contatti
 
     
 
Home Page Città e Info Turismo Multimedia Community Forum Shopping Vetrine My   Sei già registrato? Accedi
 
   
 
Città e info
Home Page Città e info
Informazione ad Altamura
Appuntamenti ed eventi
Associazioni e gruppi
La storia
Comune di Altamura
Numeri utili
Farmacie
Cinema e teatro
Meteo
 
Informazione ad Altamura
SINDACO STACCA-CAPOGRUPPO PDL LOIZZO, LA GUERRA INFINITA
SINDACO STACCA-CAPOGRUPPO PDL LOIZZO, LA GUERRA INFINITA
martedì 19 giugno 2012
Condividi su Facebook
La polemica tra il sindaco di centrodestra di Altamura Mario Stacca e Nicola Loizzo, capogruppo del partito al quale appartiene il primo cittadino, continua coinvolgendo vari aspetti della vita amministrativa. Attacchi, repliche e controrepliche: ormai e' guerra senza quartiere con stilettate e pesanti ironie.
"Dopo la stangata di Stacca sull’Imu e sull’addizionale Irpef comunale - ha sottolineato Loizzo in una nota - si esprime preoccupazione per la vicenda dell’Antica Masseria dell’Alta Murgia, che rischia nel tempo di essere motivo di ulteriore incremento di tasse comunali. Infatti se allo stato attuale, nonostante la gestione dell’Agenzia Nazionale del ministero degli Interni, ci troviamo di fronte ad una grave situazione debitoria, chi ci dice che domani il Comune non si troverà nella medesima situazione di difficoltà. Prima di prendere in considerazione l’ipotesi di farsi carico dell’acquisizione dell’immobile e della sua gestione - ha continuato - l’amministrazione comunale aveva il dovere di fare un progetto dettagliato e serio, con una indicazione chiara di cosa si voleva realizzare nella masseria. Ritengo che questo progetto andava sottoposto all’attenzione del Consiglio comunale, che necessariamente doveva essere coinvolto per decidere se il Comune era nelle condizioni di gestire la Masseria e quali potevano essere gli effetti della gestione sul Bilancio comunale. E invece ci troviamo di fronte ad una decisione già presa - ha evidenziato Loizzo - forse perché al 'padrone della masseria' (come ormai Loizzo definisce Stacca da qualche tempo specie in consiglio comunale ndr) una non bastava''.
Stacca ha replicato non solo sugli aspetti specifici di tasse e Antica masseria ma introducendo anche la questione dei costi della politica. "Evidentemente Loizzo non segue il dibattito politico nazionale", ha scritto. "O evidentemente confonde il premier Monti con il sindaco Stacca che in comune hanno il nome. La cosiddetta 'stangata Imu ed Irpef' è il seguito naturale del taglio dei fondi che il Governo ha deciso per tutti i Comuni, tutte le Province e tutte le Regioni. Al Comune di Altamura sono stati tagliati fondi per circa 9 milioni di euro. Pertanto Loizzo spieghi come si fa a recuperare tali somme atteso che praticamente 9 milioni di euro sono il 25% del Bilancio. Da lui - ha sottolineato il sindaco - non risulta né essere stata fatta né mai essere stata presentata alcuna proposta pratica su eventuali tagli o riassetto della spesa pubblica. L’unica proposta che Loizzo ha fatto è la riduzione di spesa della politica dimenticando che, sino a prima di presentare tale proposta, come consigliere, sin dal lontano maggio 2005, ha utilizzato a piene mani i permessi lavorativi, ovviamente senza prestare lavoro tutte le volte che ne ha usufruito, e beneficiato delle indennità connesse alla carica. Ognuno di noi si faccia l’esame di coscienza".
Circa poi l’Antica Masseria dell’Alta Murgia "il Sindaco sin da gennaio, in un incontro promosso dal Prefetto di Bari, ha precisato la indisponibilità del Comune di Altamura all’utilizzo del bene confiscato per continuare la gestione dell’attività di ristorazione e di sala ricevimenti non avendo le possibilità tecniche. Proprio nell’ottica del risparmio della spesa pubblica, sia comunale che di altri Enti - ha rilevato Stacca - sempre in quell’incontro ha suggerito di indicare in alternativa quale possibile utilizzo del bene la destinazione a Scuola Alberghiera, Master di specializzazione, previa intesa con la Provincia di Bari, competente per le scuole medie superiori, e l’Istituto Alberghiero, attualmente allocato in strutture poco idonee con notevoli costi mensili di fitti. Queste sono proposte concrete - ha rimarcato - a differenza di chi, come il consigliere Loizzo, vorrebbe fare il 'fattore', parole pronunciate da un suo collega di gruppo e di partito, non solo della 'masseria' ma del consiglio comunale o della città". Stacca ha precisato inoltre, che "il bene è ancora nella disponibilità dell’Agenzia del Demanio e a maggio, non oggi o ieri, il Sindaco ha scritto all’Agenzia nazionale ed al Demanio segnalando che la consegna non ci sarà finché il consiglio comunale non si sarà espresso e finché non sarà definita l’intesa con la Provincia. Si sottolinea, infine, che il Comune è interessato solo ad una gestione senza esborsi economici per le casse pubbliche".
Loizzo replica al sindaco sottolineando "ulteriori imprecisioni frutto di una confusione amministrativa che lo attanaglia da circa un anno e la cui origine è al sottoscritto sconosciuta. Per quanto riguarda la presa in gestione della Masseria solo oggi vengo a conoscenza di una sua lettera di maggio al demanio e non avendo poteri sovrannaturali che mi consentivano di conoscere il contenuto della missiva - spiega - mi è sembrato opportuno interrogare il sindaco preoccupato per la tenuta dei conti. Se il Sindaco avesse correttamente informato i consiglieri comunali, raccomandazione fatta a più riprese dal sottoscritto allo stesso, oggi non staremmo qui a discuterne. L’ennesima dimostrazione dello scarso grado di partecipazione dei consiglieri alla vita amministrativa del nostro comune. Ma tanto ad Altamura nessuno si deve preoccupare. C’è lui. C’è SuperMario". Quindi Loizzo avverta: "Il nostro Sindaco non si deve illudere, sarà Super ma non tanto da confonderlo con Mario Monti. Infatti Mario Monti ha inserito un aliquota Imu del 7,6 mentre SuperMario Stacca vorrebbe inserire un aliquota del 9,9 oltre ad incrementare l’addizionale Irpef comunale dallo 0,35% allo 0,80%. Ed è questo che li differenzia. Infatti mentre Mario Monti ci tassa, il Sindaco SuperMario Stacca ci tartassa. E’ non è una differenza da poco visto che i balzelli di SuperMario graveranno sulle tasche degli altamurani per ulteriori 6 milioni di euro circa". Inoltre, Loizzo ricorda "al Sindaco che il sottoscritto ha usufruito a piene mani di permessi lavorativi alla stessa maniera, ne più ne meno ma giusto quanto previsto dalla legge, di tutti i lavoratori presenti in consiglio comunale come ad esempio Vito Tafuni, Lillino Colonna, Carlo Lorusso, Saverio Diperna, Daniele Tresca, Nunzio Lagonigro, collega di gruppo e di partito al Sindaco molto caro. Solo per citarne qualcuno. A questo proposito sarà mia premura organizzare un ritiro spirituale di tutti i consiglieri comunali dipendenti - ironizza Loizzo - affinché, con la propria coscienza, riflettano sul mancato dono dell’ubiquità che gli consentirebbe, per la loro gioia e quella del proprio datore di lavoro, di partecipare contemporaneamente sia alla commissione sia alle attività aziendali. Infine in riferimento alla indennità di carica percepite dal sottoscritto (circa 6-700 euro lorde al mese) ricordo che giace in segreteria da circa un mese una mia proposta di rinuncia totale a qualsiasi compenso mentre ad oggi non risulta che il Sindaco abbia rinunciato neppure ad un centesimo dei 4.000 euro circa che percepisce ogni mese.
A questo punto sorge spontanea una domanda, che tutti mi pongono e a cui vorrei, se fosse possibile, una risposta. Cosa è accaduto da circa un anno al padrone della Masseria?"
Fonte: notizie on line
 
 
Eventi e bandi
Visualizza tutti gli eventi Segnalaci un evento
 
 
Stampa articolo
 
Registrati e invia SMS Gratis!!!
 
     
     
 
Copyright © 2021 - AltamuraWeb il portale di Altamura - Tutti i diritti riservati
Totale visite: 12.225.992 - Visitatori collegati: 3032