martedì 21 settembre 2021
My AltamuraWeb
Inserisci la tua vetrina
Info e contatti
 
     
 
Home Page Città e Info Turismo Multimedia Community Forum Shopping Vetrine My   Sei già registrato? Accedi
 
   
 
Città e info
Home Page Città e info
Informazione ad Altamura
Appuntamenti ed eventi
Associazioni e gruppi
La storia
Comune di Altamura
Numeri utili
Farmacie
Cinema e teatro
Meteo
 
Informazione ad Altamura
IL PD PROPONE LA SUA RICETTA PER DIMINUZIONE TASSE COMUNALI
IL PD PROPONE LA SUA RICETTA PER DIMINUZIONE TASSE COMUNALI
giovedì 7 giugno 2012
Condividi su Facebook
Ottimizzazione delle risorse, lotta all'evasione fiscale, sgravi per famiglie e piccole imprese commerciali. Questa, in sintesi, la mini-manovra proposta dal PD altamurano per dare una boccata d'ossigeno al tessuto produttivo cittadino, in sofferenza a causa della tutt'altro che positiva congiuntura economica.

"E’ notizia di questi giorni che l’Amministrazione Stacca sta per far piovere sulla testa degli altamurani un aumento delle tasse comunali senza precedenti - afferma Michele Cornacchia, segretario del PD altamurano - andando ad incidere pesantemente sulle tasche dei concittadini già fiaccate dalla pesante crisi economica. In particolare il sindaco e i suoi collaboratori - spiega Cornacchia - hanno duramente inciso sugli immobili diversi dalla prima casa, fissando l’aliquota IMU al 9,9 per mille (in misura assai superiore al minimo previsto per legge, pari al 7,5 per mille) e sull’addizionale Irpef, fissata allo 0,80% (quasi il triplo rispetto allo scorso anno). Evidentemente, una mazzata in piena regola che va a colpire quelli che già pagano le tasse e i cittadini che con tanta fatica hanno acquistato una nuova casa per i propri figli o per trascorrere domeniche spensierate nella campagna murgiana".

Un modo di agire fortemente criticato dal PD che contesta alla giunta Stacca il non intervento sul contenimento dei costi della politica e il mancato ricorso a misure per il recupero di somme evase al fisco comunale. In particolare, dal PD propongono misure come la riduzione degli assessori da 8 a 6 e la contestuale diminuzione del 20% delle indennità per sindaco e assessori, riduzione che sale al 50% per i componenti di Giunta che percepiscono interamente altri redditi da lavoro, con un risparmio stimato in circa 75.000 Euro all’anno; la riduzione delle riunioni delle commissioni consiliari ad un numero massimo di 4 al mese, salvo esigenze legate alla sessione di bilancio, con un risparmio stimato in circa 50.000 euro all’anno; l'eliminazione delle indennità per gli incarichi nelle società e negli enti partecipati dal comune, eccezion fatta per gli incarichi direttivi; l'eliminazione di incarichi di consulenza legale esterna per somme inferiori a 5mila euro.

A tali proposte di ottimizzazione delle risorse usate per il funzionamento della macchina amministrativa, dal PD propongono anche misure a costo zero per il recupero di somme da usare per costituire un fondo per gli sgravi fiscali per famiglie e piccole imprese commerciali: il completamento della ricognizione degli immobili sfitti di proprietà comunale a cui destinare attività comunali attualmente alllocate in immobili in affitto; il rafforzamento dei controlli sull'evasione fiscale e l'aumento della TOSAP e della TARSU per gli ambulanti del mercato settimanale.

"Queste sono le proposte che il Partito Democratico consegna alla maggioranza - conlude Cornacchia - proposte che formuleremo in Consiglio comunale sotto forma di emendamenti al Bilancio, sperando di avere, su questo, l'appoggio di tutta la cittadinanza".
Fonte: notizie on line
 
 
Eventi e bandi
Visualizza tutti gli eventi Segnalaci un evento
 
 
Stampa articolo
 
Registrati e invia SMS Gratis!!!
 
     
     
 
Copyright © 2021 - AltamuraWeb il portale di Altamura - Tutti i diritti riservati
Totale visite: 12.225.821 - Visitatori collegati: 2854