mercoledì 22 settembre 2021
My AltamuraWeb
Inserisci la tua vetrina
Info e contatti
 
     
 
Home Page Città e Info Turismo Multimedia Community Forum Shopping Vetrine My   Sei già registrato? Accedi
 
   
 
Città e info
Home Page Città e info
Informazione ad Altamura
Appuntamenti ed eventi
Associazioni e gruppi
La storia
Comune di Altamura
Numeri utili
Farmacie
Cinema e teatro
Meteo
 
Informazione ad Altamura
CONTRASTI SINDACO-MAGGIORANZA, SI DIMETTE ASSESSORE PALLOTTA
CONTRASTI SINDACO-MAGGIORANZA, SI DIMETTE ASSESSORE PALLOTTA
mercoledì 2 maggio 2012
Condividi su Facebook
Alla luce di quanto emerso nell’ultimo consiglio comunale (30 aprile ndr), risulta pacifica l’impossibilità di ritrovare un clima di serenità e dialogo che possa consentire una piena e spedita attività amministrativa, nonché il proseguimento del legame fiduciario che dovrebbe essere alla base del rapporto sindaco-assessore". Così l'assessore al Marketing territoriale del Comune di Altamura Gianfranco Pallotta annuncia le sue dimissioni dall'incarico.
L'esponente della giunta Stacca risponde così ai quesiti posti dal sindaco, "nel contesto dell'attuale situazione politica circa il mio incarico e la mia persona, vista l'impossibilità sopravvenuta che non mi ha permesso di essere presente al Consiglio Comunale". Seduta durante la quale si è verificato un evidente contrasto e sfilacciamento tra una parte della maggioranza e il primo cittadino.
"I continui litigi interni al Pdl, partito nel quale sono fiero di militare ed a cui mai cesserò di apportare il mio contributo - aggiunge - non mi consentono di assolvere con tranquillità e libertà dovuta al mio mandato. Tali fatti contribuiscono ad alimentare il dilagante clima di antipolitica, allontanandoci dai reali interessi ed istanze dei cittadini, apparendo ai loro occhi sempre più lontani ed incomprensibili. Non intendo più condividere ed avallare i metodi e le forme con cui si sta portando avanti l’azione amministrativa e ritengo opportuno, allo stato attuale, dissociarmene".
Pallotta ricorda il lavoro ("immani sforzi"), le iniziative pianificate e realizzate di questo primo biennio di amministrazione: "la fiera mercato 'tesori di murgia', il tanto auspicato 'wi–fi gratis', il progetto 'Ue x Te', bonus libri per studenti universitari, il concorso di giovani idee, la prima fiera dell’artigianato della Città di Altamura che finalmente vedrà collaborare istituzioni, associazioni di categoria e operatori del territorio e tanto altro. Fino a quando non verrà ristabilito un clima di serenità e dialogo, ritengo necessario rassegnare tempestivamente le mie dimissioni dalla carica assessorile, al fine di non alimentare sterili polemiche e prendere le distanze dal grigiore amministrativo, che attanaglia Giunta e Consiglio e che ha completamente travolto la forte propulsione al cambiamento ed al ringiovanimento di idee ed azioni di questa Amministrazione”.


Nella discussione interviene anche il consigliere Michele Barattini secondo il quale "il mandato affidatoci dagli elettori ci impone innanzitutto di essere liberi nell’agire amministrativo e non ingabbiati da decisioni o scelte che non siano condivise o tantomeno concordate. Le faide interne e le beghe di palazzo non ci appartengono.". Quindi sottolinea che durante la seduta del 30 aprile "si è consumato l’ennesimo esempio di quanto detto.
Spesso continuano a prevalere logiche e schemi obsoleti a cui, a quanto pare, qualcuno intende ancora ispirarsi ed adoperare, senza rendersi conto degli effetti devastanti per la Città intera. Se proseguissimo avvallando scelte autonome e prive di partecipazione, sia che provengano dai banchi del Consiglio che dal Governo della città, tradiremmo i sogni e le aspettative di intere generazioni". Occorre concentrarsi quindi sulla citta' su "come migliorarla" e parlare "delle sue problematiche, sicché per fare ciò è necessario agire in piena libertà e nell’esclusivo interesse dei suoi abitanti, senza essere pretestuosi, arroganti ed irresponsabili.
Pertanto non posso che ritenere il gesto dell’assessore Pallotta come responsabile ed espressivo del massimo rispetto nei confronti delle Istituzioni e del Popolo altamurano, il quale troppe volte assiste ed ha assistito a spudorate e violente forme di esibizionismo ed eccessivo attaccamento alla poltrona da parte di taluni". Infine si dichiara conspaevole "che le ragioni del dialogo, della condivisione e della partecipazione rappresentano la strada maestra per riuscire a governare al meglio la nostra amata città".

Già il precedente consiglio comunale, quello del 20 aprile, aveva rivelato le numerose crepe nella maggioranza con il sindaco assente e il capogruppo del Pdl Nicola Loizzo che aveva ironizzato pesantemente su di lui. Per i partiti di opposizione Pd-Sel-Idv-Prc, quella occasione "ha rappresentato la tangibile dimostrazione" di una attività politico-amministrativa "completamente paralizzata dalle faide interne alla maggioranza di centrodestra. Già le conferenze dei capigruppo erano andate pressoché deserte a causa dell’assenza di gran parte dei partiti di maggioranza, costringendo il presidente del Consiglio comunale a portare in aula tutte le proposte di delibera non ancora evase, alcune prive anche dei pareri delle commissioni consiliari competenti".
E così si era discusso solo della questione dei locali della Chiesa di Sant’Agostino. Inoltre il cnetrosinistra ha sottolineato "i conflitti tra il sindaco e il capogruppo Pdl Loizzo, tra i rispettivi schieramenti all’interno del Pdl, e tra le varie componenti della maggioranza". Diatribe che "non trovano una composizione: il sindaco stesso non ha trovato di meglio che non presentarsi affatto alla seduta del Consiglio, adducendo l’impegno, evidentemente irrinunciabile rispetto a una seduta di Consiglio, di presenziare ad una conferenza. Nel frattempo, temi fondamentali per la città come il regolamento sui rifiuti (propedeutico allo svolgimento della nuova gara d’appalto) l’approvazione del Documento Programmatico di Rigenerazione Urbana, il destino dell’area archeologica di Via Vecchia Buoncammino (su cui incombe minacciosa una proposta di "riqualificazione" che potrebbe nascondere un'altra speculazione edilizia) languono nei cassetti del Comune, in attesa - conclude l'opposizione - che la maggioranza ritrovi nuovi equilibri di potere al proprio interno".
Fonte: notizie on line
 
 
Eventi e bandi
Visualizza tutti gli eventi Segnalaci un evento
 
 
Stampa articolo
 
Registrati e invia SMS Gratis!!!
 
     
     
 
Copyright © 2021 - AltamuraWeb il portale di Altamura - Tutti i diritti riservati
Totale visite: 12.228.846 - Visitatori collegati: 2927