sabato 16 ottobre 2021
My AltamuraWeb
Inserisci la tua vetrina
Info e contatti
 
     
 
Home Page Città e Info Turismo Multimedia Community Forum Shopping Vetrine My   Sei già registrato? Accedi
 
   
 
Città e info
Home Page Città e info
Informazione ad Altamura
Appuntamenti ed eventi
Associazioni e gruppi
La storia
Comune di Altamura
Numeri utili
Farmacie
Cinema e teatro
Meteo
 
Informazione ad Altamura
RIDUZIONE ASSESSORI E COMMISSIONI E ANAGRAFE ELETTI, LE PROPOSTE DEL CENTROSINISTRA
RIDUZIONE ASSESSORI E COMMISSIONI E ANAGRAFE ELETTI, LE PROPOSTE DEL CENTROSINISTRA
martedì 10 aprile 2012
Condividi su Facebook
I consiglieri comunali Enzo Colonna (Movimento Cittadino Aria Fresca), Rosa Melodia (Lista civica Altamura con Piglionica) e Lello Rella (Sinistra Ecologia e Libertà) hanno presentato tre proposte di dleibera per razionalizzare i costi e ridurre gli sprechi dell’apparato politico del Comune di Altamura e che vertono su un numero massimo di assessori, sulla riorganizzazione delle commissioni consiliari e sull'istituzione dell'anagrafe degli eletti e archivio online dell'attività amministrativa.
Lo hanno fatto in una conferenza stampa insieme al gruppo consiliare del Partito Democratico che a loro volta ha presentato un ordine del giorno sull'anagrafe degli eletti.
"L’obiettivo - scrive Aria Fresca in una nota - è la necessità di garantire la partecipazione attiva alla politica cittadina per tutti, senza che si assista agli eccessi e agli squilibri verificatisi negli ultimi anni e che mortificano tale garanzia".
In particolare, si tratta di una proposta di modifica del Regolamento di organizzazione e funzionamento del Consiglio comunale tendente principalmente a determinare il numero massimo di sedute delle commissioni consiliari, oltre che a razionalizzarne il funzionamento. Infatti, il proliferare di riunioni, talvolta scarsamente produttive, determina per le casse comunali un notevole esborso. Al cosiddetto gettone di presenza, devono aggiungersi i rimborsi erogati dal Comune ai datori di lavoro, privati dei consiglieri per i permessi retribuiti di cui i rappresentanti del popolo godono al fine di partecipare alle commissioni.
Nel caso in cui, invece, il datore di lavoro del consigliere comunale sia un ente pubblico, non vi è rimborso da parte del Comune ma comunque si determina un costo per l’Erario statale (o del diverso Ente pubblico) poiché il consigliere viene retribuito anche in assenza della prestazione lavorativa in concomitanza con le sedute delle commissioni e del Consiglio comunale.
"La riduzione del numero di adunanze delle commissioni consiliari - prosegue Aria fresca - comporterebbe anche un minor aggravio a carico di quei dipendenti comunali chiamati a svolgere le funzioni di segreteria di ciascuna commissione; essi, infatti, potranno essere impiegati con maggiore continuità al servizio dei cittadini".
Si propone anche che le commissioni consiliari si tengano nel pomeriggio e in uno dei giorni di apertura degli uffici comunali per evitare ripercussioni sulle attività lavorative dei consiglieri comunali dovute alle continue convocazioni mattutine e razionalizzare tempi, costi e supporto della macchina comunale.

La seconda proposta riguarda la modifica dello Statuto Comunale con la riduzione a 6 del numero massimo di assessori. Attualmente sono 8. La terza proposta infine consiste nell’istituzione dell’anagrafe degli eletti che già funziona a Bari dove è estesa anche agli assessori e ovviamente al sindaco. Si tratta in sostanza di un sistema che serve a garantire la comunicazione e la pubblicazione on line di tutta l’attività amministrativa comunale (deliberazioni, determine, interpellanze, interrogazioni, ecc., cioè quanto 'producono' i rappresentanti del popolo), dei compensi percepiti e dei patrimoni di quanti ricoprono cariche elettive (sindaco, assessori, sindaco).
Una proposta finalizzata alla massima trasparenza nei confronti dei cittadini. Parallela l’iniziativa dei consiglieri del Partito Democratico (Saverio Diperna, Dionigi Loiudice, Saverio Loiudice), con gli stessi ma nella forma di una proposta di ordine del giorno per il consiglio.
"Siamo convinti - conclude Aria Fresca - che sulla strada che intraprendiamo con queste proposte troveremo il consenso di tutti i consiglieri comunali".
Le proposte dei consiglieri Colonna, Rella e Melodia sono state presentate a dicembre ma non sono state ancora esaminate dal consiglio.
Colonna stima con l'attuazione di queste riforme, "un risparmio di spesa per la collettività di circa 130-150 mila euro all'anno".
Fonte: notizie on line
 
 
Eventi e bandi
Visualizza tutti gli eventi Segnalaci un evento
 
 
Stampa articolo
 
Registrati e invia SMS Gratis!!!
 
     
     
 
Copyright © 2021 - AltamuraWeb il portale di Altamura - Tutti i diritti riservati
Totale visite: 12.273.700 - Visitatori collegati: 932