venerdì 15 ottobre 2021
My AltamuraWeb
Inserisci la tua vetrina
Info e contatti
 
     
 
Home Page Città e Info Turismo Multimedia Community Forum Shopping Vetrine My   Sei già registrato? Accedi
 
   
 
Città e info
Home Page Città e info
Informazione ad Altamura
Appuntamenti ed eventi
Associazioni e gruppi
La storia
Comune di Altamura
Numeri utili
Farmacie
Cinema e teatro
Meteo
 
Informazione ad Altamura
LOIUDICE (PD), AMMINISTRAZIONE RISOLVA QUESTIONE SCUOLA D'INFANZIA NEL QUARTIERE REDENTORE
LOIUDICE (PD), AMMINISTRAZIONE RISOLVA QUESTIONE SCUOLA D'INFANZIA NEL QUARTIERE REDENTORE
sabato 10 marzo 2012
Condividi su Facebook
"In questi giorni apprendo dal sito internet scolastico del 5° circolo San Francesco D’Assisi che 45 bambini di tre anni del quartiere Redentore non troveranno posto nella scuola dell’infanzia dato che, a parità di età, saranno presi gli allievi che abitano più vicino alla scuola. Mi sembra un fatto grave che, al di là delle proteste dei genitori interessati, passa sotto silenzio". Questa la denuncia fatta a mezzo stampa dal consigliere PD Dionigi Loiudice.

"Non c’è nessuna reazione - spiega Loiudice - come se nessuno volesse o fosse in grado di leggere questo come un altro dei segnali negativi rispetto al cambiamento richiesto dai residenti del quartiere Redentore (zona Trentacapilli e Lama di Cervo, ndr), cittadini anni sono stati umiliati per le varie istanze inoltrate ed ancora insolute da parte dell’Amministrazione Comunale".
Secondo l'esponente PD, questo sarebbe un problema ricorrente per il quartiere, problema ripetutamente portato all'attenzione del Sindaco da parte del Dirigente Scolastico Cardano. "Con l’ultima lettera del 12 Ottobre 2010 - sottolinea il consigliere di minoranza - il Dirigente Scolastico proponeva di ubicare un avamposto di 'scuola del quartiere' nella zona Redentore con l’istituzione di due sezioni di scuola d’infanzia, anche a turno unico senza la mensa e l’istituzione di una classe prima elementare per raccogliere gli alunni del quartiere". Un riconoscimento di risarcimento sociale per il quartiere, secondo Loiudice, dato che quest'ultimo sarebbe ancora isolato "vista anche la carenza di una programmazione di edilizia scolastica in una zona che ormai conta più di seimila residenti. Ritengo - continua Loiudice - che sia l’Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia che il Comune e la Diocesi (con la possibilità di individuare dei locali nella parrocchia Redentore) debbano fare la propria parte per garantire il diritto dei bambini alla frequenza, soprattutto per quelle famiglie che non hanno la possibilità economica di rivolgersi a scuole private e che dovrebbero avere i servizi in zona senza doversi sobbarcare trasporti difficoltosi". Per questo motivo, Loiudice chiede all’Amministrazione di "conoscere la risposta sulla proposta avanzata dal DS Cardano per sopperire alla mancanza di una Programmazione di Edilizia Scolastica ed assicurare il diritto di frequenza ai bambini del quartiere Redentore, oltre ad eventuali altre soluzioni al fine di poter attivare procedure relative all’organizzazione del prossimo anno scolastico 2012-2013".
Fonte: notizie on line
 
 
Eventi e bandi
Visualizza tutti gli eventi Segnalaci un evento
 
 
Stampa articolo
 
Registrati e invia SMS Gratis!!!
 
     
     
 
Copyright © 2021 - AltamuraWeb il portale di Altamura - Tutti i diritti riservati
Totale visite: 12.273.279 - Visitatori collegati: 484