lunedì 19 novembre 2018
My AltamuraWeb
Inserisci la tua vetrina
Info e contatti
 
     
 
Home Page Città e Info Turismo Multimedia Community Forum Shopping Vetrine My   Sei già registrato? Accedi
 
   
 
Città e info
Home Page Città e info
Informazione ad Altamura
Appuntamenti ed eventi
Associazioni e gruppi
La storia
Comune di Altamura
Numeri utili
Farmacie
Cinema e teatro
Meteo
 
Informazione ad Altamura
La Fortis Murgia lascia Altamura e diventa Irsinese Calcio. Il Matera scompare del tutto
La Fortis Murgia lascia Altamura e diventa Irsinese Calcio. Il Matera scompare del tutto
lunedì 4 luglio 2011
Condividi su Facebook
La squadra murgiana ritornerà ad Irsina e si fonderà con una compagine locale. Se Altamura perde la Serie D, a Matera rimangono senza la Lega Pro: i biancoazzurri non si iscriveranno al campionato.


Brutte notizie per il calcio di vertice del fronte Altamura-Matera. La Fortis Murgia, che nella stagione sportiva appena trascorsa aveva disputato le proprie gare interne di campionato ad Altamura e la cui dirigenza (altamurana) non aveva mai fatto mistero di volersi radicare in città, fa fagotto e ritorna nella natia Irsina (dove peraltro non ha mai disputato gare ufficiali). In mancanza di certezze sull’uso dello stadio “D’Angelo” (nonostante una richiesta scritta fatta pervenire diversi mesi fa, tutto tace dall’amministrazione comunale), la dirigenza altamura ha deciso che non ci fossero più le condizioni per proseguire. Si avverano quindi i timori più volte avanzati durante il campionato a seguito dell’impossibilità per la Fortis Murgia, in alcune occasioni, di utilizzare domenicalmente lo stadio altamurano.
La Fortis ritornerà, come detto, a Irsina, sua sede ufficiale, dove i dirigenti del posto la fonderanno con il Real Irsina (Promozione lucana) dandogli il nome di USD Irsinese Calcio per disputare il torneo di Serie D: «Conoscete tutti le difficoltà che abbiamo incontrato – spiega il futuro presidente Giacomo Silvano, direttore generale uscente della Fortis Murgia - L’amministrazione comunale di Irsina si è impegnata a realizzare un manto in sintetico al posto di quello in terra battuta al momento disponibile. Per qualche tempo giocheremo altrove, ma poi saremo in grado di rientrare in città. Punteremo a salvarci, con un budget molto oculato. Mister Squicciarini non possiamo trattenerlo, i nostri programmi e i suoi non collimano». Dalla sponda altamurana, altri particolari giungono da Gianni Moramarco, “ideatore” della manifestazioni culturali e di intrattenimento lanciate dalla Fortis negli ultimi dieci mesi: «Abbiamo provato ad acquisire un titolo sportivo minore per proseguire la nostra attività ma le trattative non sono andate a buon fine. Noi vogliamo continuare a portare avanti il progetto Fortis, di cui conserviamo la titolarità del marchio, ed abbiamo comunque a disposizione un titolo di III Categoria. Vedremo se ripartiremo da lì o da altri contesti».
Peggio ancora la situazione a Matera. Il club non ha presentato la fidejussione necessaria per l’iscrizione alla Seconda Divisione di Lega Pro e le speranze di farcela in tempo utile sono ridotte al lumicino. Ci vorrà un miracolo per evitare la scomparsa del calcio di vertice nel capoluogo lucano.
Fonte: virgilio.altamura
 
 
Eventi e bandi
Visualizza tutti gli eventi Segnalaci un evento
 
 
Stampa articolo
 
Registrati e invia SMS Gratis!!!
 
     
     
 
Copyright © 2018 - AltamuraWeb il portale di Altamura - Tutti i diritti riservati
Totale visite: 10.209.976 - Visitatori collegati: 1227