sabato 16 ottobre 2021
My AltamuraWeb
Inserisci la tua vetrina
Info e contatti
 
     
 
Home Page Città e Info Turismo Multimedia Community Forum Shopping Vetrine My   Sei già registrato? Accedi
 
   
 
Città e info
Home Page Città e info
Informazione ad Altamura
Appuntamenti ed eventi
Associazioni e gruppi
La storia
Comune di Altamura
Numeri utili
Farmacie
Cinema e teatro
Meteo
 
Informazione ad Altamura
Credito dalle banche alle imprese, la garanzia del Co.Fidi Puglia cresce ancora
Credito dalle banche alle imprese, la garanzia del Co.Fidi Puglia cresce ancora
mercoledì 15 giugno 2011
Condividi su Facebook
Da oggi le imprese della Puglia hanno una garanzia in più per ottenere credito dalle banche per la propria attività e crescita economica: il Co.Fidi Puglia (CNA) diventa l’unico “107” della regione, il primo cioè ad avere (in base all’articolo 107 del Testo unico bancario) i requisiti per diventare intermediario finanziario vigilato.
E' quindi l'unico ad avere maggiori credenziali per ottenere finanziamenti dalle banche a favore delle aziende.

Lo storico risultato, ottenuto per l’incremento del volume delle operazioni garantite al 31-12-2010, è stato illustrato nel corso di una conferenza stampa presso la Camera di Commercio di Bari.

"Un Confidi regionale ‘107’ – ha spiegato il direttore di Co.Fidi Puglia, Teresa Pellegrino – offrirà al sistema bancario una controparte solida a livello patrimoniale, con garanzie valide in termini di ponderazione e quindi favorirà un più efficiente accesso al credito delle imprese. A parità di patrimonio le garanzie prestate da un Confidi '107' sono superiori alle garanzie rilasciate da un confidi '106' ".

"Oggi si chiude un ciclo importante e se ne apre un altro – ha affermato il presidente Vito Antonio Santamaria – abbiamo avuto una crescita graduale dal 2008 ad oggi in un periodo di crisi. Questa nuova fase sarà ancora più importante e di supporto per le imprese del nostro territorio".

In Puglia il Co.Fidi opera attraverso le 6 filiali regionali, le 30 strutture Cna Bari, i 111 operatori del credito convenzionati e 5 strutture Cna Puglia. "Grazie all’importante obiettivo raggiunto crescono le responsabilità del Co.Fidi e della Cna – ha sottolineato il segretario Cna Puglia, Pasquale Ribezzo – in un Paese in caduta libera le piccole e medie imprese sostengono da sole l’impatto con la crisi. Cresce la responsabilita’ e la tipologia di impresa da assistere, per questo molto andra’ fatto per arrivare alla semplificazione degli interventi da parte della Regione".

A introdurre i lavori il presidente della Cna Puglia, Nicola Di Cristo, mentre ha moderato il dibattito il presidente della Camera di Commercio Di Bari, Sandro Ambruosi: entrambi hanno sottolineato l’importante traguardo raggiunto dal Co.Fidi Puglia anche grazie alla concertazione tra la Cna, il Co.Fidi e gli enti.

Alla conferenza stampa sono intervenuti anche il vicepresidente della Regione Puglia, Loredana Capone e l’assessore all’Attuazione del programma della Regione Puglia, Nicola Fratoianni. "Con un ‘107’ le banche si sentono più garantite – ha detto Capone - e le imprese hanno accesso più facile al credito; cioé le banche hanno la garanzia che Co.Fidi è un prodotto migliore perche’ e’ un soggetto di intermediazione finanziaria vigilata". Secondo l’assessore Fratoianni, "è un’occasione di festa perche’ il risultato Cna-Co.Fidi e’ assolutamente significativo per le imprese su un nodo cruciale come l’accesso al credito. In una fase di crisi, la nascita in Puglia di un Confidi "107" è un segno di cambiamento di tendenza, della capacita’ di crescere”. Erano presenti, tra gli altri, il segretario Cna provinciale di Bari, Giuseppe Riccardi e il segretario dell’Abi (Associazione Bancaria Italiana) della Puglia, Vincenzo Panzarino.

Obiettivo nel 2011 del Co.Fidi e’ erogare alle imprese 200 milioni di euro di finanziamenti.
Fonte: notizie on line
 
 
Eventi e bandi
Visualizza tutti gli eventi Segnalaci un evento
 
 
Stampa articolo
 
Registrati e invia SMS Gratis!!!
 
     
     
 
Copyright © 2021 - AltamuraWeb il portale di Altamura - Tutti i diritti riservati
Totale visite: 12.273.721 - Visitatori collegati: 955